Po Fse 2014/2020, obiettivo tematico 9, priorità di investimento 9.1 – Delibera di Giunta regionale n. 1937 del 11/11/2019, Allegato 1
Stato
APERTO
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 13/11/2019
Scadenza termini partecipazione 21/01/2020 12:00

Presentazione candidatura

Obiettivi

L’Invito dà attuazione alle azioni previste dal Po Fse 2014/2020 per il conseguimento dell’obiettivo specifico dell’Incremento dell’occupabilità e della partecipazione al mercato del lavoro delle persone maggiormente vulnerabili. Inoltre, dà attuazione agli impegni sottoscritti con il Patto per il lavoro, rendendo disponibili percorsi di orientamento e formazione, eventualmente accompagnati dai necessari servizi di supporto e di personalizzazione, che permettano alle persone di essere adeguatamente accompagnate verso l’inserimento o il reinserimento nei contesti lavorativi.

L’offerta di cui al presente Invito affianca e completa un sistema di interventi per l’inclusione sociale attraverso l’integrazione tra politiche e servizi educativi, del lavoro, sociali e sanitari fondati sulla presa in carico integrata e multidisciplinare attuativi della legge regionale 14/2015.

Attività finanziabili

Azione 1

Destinatari: persone svantaggiate ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge n. 381/1991 e ss.mm.ii., che hanno assolto l’obbligo di istruzione e il diritto dovere all’istruzione e formazione, ospitate in comunità pedagogico/terapeutiche con sede nel territorio regionale.

Le operazioni devono rendere disponibili opportunità di formazione formale aggiuntive rispetto alle attività educative e formative svolte dalle persone che sono impegnate in percorsi di recupero e reinserimento sociale e lavorativo in comunità pedagogico/terapeutiche.

Azione 2

Destinatari: persone svantaggiate ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge n. 381/1991 che hanno assolto l’obbligo di istruzione e il diritto dovere all’istruzione e formazione, ospitate in strutture riabilitative con sede nel territorio regionale.

Le operazioni devono rendere disponibili opportunità orientative e formative che costituiscono parte integrante di percorsi di riabilitazione per accompagnare le persone in carico a strutture riabilitative nel percorso di reinserimento sociale e di autonomia.

Azione 3

Destinatari: persone vittime di tratta e/o di violenza, anche di genere, in carico ai servizi competenti.

Le operazioni, progettate e realizzate in una rete di partenariato di livello regionale, devono essere finalizzate a offrire risposte integrate e adeguate ai bisogni delle persone per uscire dalla marginalità e raggiungere l’inclusione sociale attraverso l’autonomia anche economica e l’inclusione lavorativa.

Soggetti ammessi alla presentazione della candidatura

Possono candidare operazioni a valere sul presente invito, in qualità di soggetti gestori titolari:

  • gli organismi accreditati per l’ambito della Formazione superiore o per l’ambito Formazione continua e permanente e per l’ambito aggiuntivo Utenze Speciali, ai sensi della deliberazione di Giunta regionale n. 177/2003 e ss.mm.ii. o che abbiano presentato domanda di accreditamento per tali ambiti entro la data di scadenza dell’Azione in risposta alla quale viene candidata l’operazione;
  • i soggetti accreditati per la realizzazione di servizi per il lavoro – area 2 Supporto all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale di soggetti fragili e vulnerabili ai sensi di quanto previsto dalla deliberazione di Giunta regionale n. 1959/2016 o che abbiano presentato domanda di accreditamento entro la data di scadenza dell’Azione in risposta alla quale viene candidata l’operazione.

L’operazione deve fondarsi su un partenariato attuativo in cui i soggetti accreditati per la realizzazione di servizi per il lavoro – area 2 potranno erogare le misure esclusivamente nelle sedi accreditate.

Risorse

Euro 1.700.000,00 di cui al Programma operativo regionale Fse 2014/2020, di cui:

  • Azione 1: euro 800.000,00
  • Azione 2: euro 400.000,00
  • Azione 3: euro 500.000,00

Modalità e termini per la presentazione della candidatura

Le operazioni devono essere compilate esclusivamente attraverso l’apposita procedura applicativa web(SIFER 2014-2020) e devono essere inviate alla Pubblica Amministrazione per via telematica entro i termini previsti pena la non ammissibilità.

Al fine di rendere l’offerta orientativa e formativa rispondente ai fabbisogni formativi e professionali, l’Invito ha le seguenti scadenze di presentazione:

Azioni Scadenza Risorse
Azione 1 Ore 12.00 del 21 gennaio 2020 800.000,00
Azione 2 Ore 12.00 del 12 maggio 2020 400.000,00
Azione 3 Ore 12.00 del 12 maggio 2020 500.000,00

La richiesta di finanziamento, completa degli allegati, deve essere inviata via posta elettronica certificata all’indirizzo AttuazioneIFL@postacert.regione.emilia-romagna.it entro e non oltre il giorno successivo alla data di scadenza telematica prevista dell’Azione in risposta alla quale viene candidata l’operazione, pena la non ammissibilità. La domanda, firmata digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente, deve essere in regola con le norme sull’imposta di bollo. I soggetti esenti devono indicare nella domanda i riferimenti normativi che giustificano l’esenzione.

Nel caso di operazioni candidate in partenariato deve essere inoltre allegato un Accordo di partenariato sottoscritto dalle parti. L’Accordo di partenariato deve essere inviato tramite la procedura applicativa web.

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni delle operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti entro 90 giorni dalle date di scadenza dell’Invito.

Termine per l’avvio e conclusione delle operazioni

Le operazioni dovranno essere attivate di norma entro 90 giorni dalla data di pubblicazione dell’atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente e concludersi di norma entro 18 mesi dall’avvio.

Trattamento dei dati

I dati dei beneficiari sono pubblicati in formato aperto ed elaborati ai fini della prevenzione del rischio di frodi e irregolarità.

Obblighi di pubblicazione

Si richiama l’impegno relativo al rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui all’art. 1, commi da 125 a 128 della legge 124 del 2017, così come modificata dal DL n. 34 del 2019 (in vigore dal 1/5/2019) convertito con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019 n. 58.


Il Responsabile del procedimento è il Responsabile del Servizio Attuazione degli interventi e delle politiche per l’istruzione, la formazione e il lavoro della Direzione Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa.

Per informazioni AttuazioneIFL@regione.emilia-romagna.it