La Regione intende sostenere le imprese agricole emiliano-romagnole del settore orto-frutticolo interessate, in modo del tutto eccezionale per la sua intensità, frequenza dagli eventi avversità atmosferiche del 2019, e dall’aggressività della “cimice asiatica” e delle malattie. Tale situazione ha danneggiano irrimediabilmente il prodotto rendendolo qualitativamente inidoneo alla vendita. L’intervento regionale interviene come intervento specifico in regime “de minimis” di sostegno, dei produttori agricoli del settore orto-frutticolo emiliano-romagnoli finalizzato a ridurre il costo del denaro. Con il presente Programma la Regione si propone di intervenire, attraverso gli Organismi di garanzia, nella concessione di contributi in conto interessi sui prestiti a breve termine contratti dalle imprese agricole per le necessità legate all’anticipazione delle spese per la conduzione aziendale fino alla vendita dei prodotti.
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
  • de minimis
Data di pubblicazione 12/09/2019
Scadenza termini partecipazione 21/10/2019 23:55
Chiusura procedimento 20/12/2019

Scadenze:

a) entro il 21 ottobre 2019 le imprese dovranno presentare domanda agli organismi di garanzia;

b) entro il 30 ottobre 2019 gli organismi di garanzia debbono istruire le istanze e approvare la graduatoria;

Beneficiari:

Possono usufruire dell’aiuto “de minimis” le imprese attive nella produzione primaria di prodotti agricoli con una superficie minima di 2 ha di impianti frutticoli in produzione oppure 2 ha di impianti orticoli, in produzione alla presentazione della domanda. L’ordine di ammissibilità delle domande è determinato attraverso l’applicazione dei seguenti criteri di priorità

Priorità

P.1

imprese frutticole che hanno almeno 2 ha di impianti frutticoli in produzione nelle province di Reggio Emilia, Modena,  Ferrara, Forlì-Cesena,  Ravenna e Città Metropolitana di Bologna;
Priorità

P.2

altre imprese frutticole che hanno almeno 2 ha di impianti frutticoli in produzione.
Priorità

P.3

 

imprese orticole che hanno almeno 2 ha di impianti orticoli in produzione.

 

La data di presentazione della domanda (giorno ed ora di acquisizione al protocollo dell’Organismo di garanzia) costituisce il criterio aggiuntivo di ordinamento.