“Questa mattina l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha approvato un piano forestale innovativo, che rende possibile una maggiore collaborazione tra pubblico e privato, propone un Albo regionale delle imprese forestali, riconosce e mantiene la biodiversità, valorizza i boschi e introduce nuove certificazioni”. A darne notizia è il consigliere regionale PD Roberto Poli, componente della commissione Territorio e Ambiente.

“Altri obiettivi del piano – continua la consigliera regionale PD Francesca Marchetti – sono il sostegno alla rigenerazione in chiave moderna dell’economia forestale e della filiera dei prodotti legnosi e non legnosi, l’accrescimento delle produzioni forestali e dei prodotti dei boschi dell’Emilia-Romagna a vantaggio delle aree montane e degli operatori dei boschi”.

“Insieme al piano questa mattina abbiamo approvato anche un ordine del giorno dedicato ai boschi di castagno, che nella nostra regione ogni anno producono oltre 50 mila quintali di castagne e marroni e che danno origine ad una produzione lorda vendibile valutabile intorno ai 10 milioni di euro. Per valorizzare questa produzione nel nostro territorio è stato istituito il consorzio di tutela “Castanicoltori di Castel del Rio”, ed è stato ottenuto il marchio IGP per il “Marrone di Castel del Rio”. Per continuare su questo percorso – concludono Poli e Marchetti- con l’ordine del giorno approvato oggi abbiamo chiesto alla Regione di adoperarsi per l’aggiornamento del regolamento regionale delle Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale e di valorizzare il settore della castanicoltura da frutto attraverso iniziative specifiche che coinvolgano i consorzi di produttori e che mettano a valore la multifunzionalità di una produzione tipica di pregio con forte valenza ambientale”.

ALLEGATO

Odg_Valorizzazione del settore della castanicoltura