Stanziate dalla Giunta per il 2016 sono assegnate alle Province e alla Citta metropolitana di Bologna. 

Oltre 3 milioni di euro per sostenere l’attività della rete degli Uffici di informazione turistica dell’Emilia-Romagna e per realizzare progetti di promozione turistica locale.

Sono le risorse regionali stanziate dalla Giunta e assegnate alle Province e alla Citta metropolitana di Bologna per il 2016, tenuto conto dei progetti e delle richieste contenuti nei “Programmi turistici di promozione locale” presentati prevalentemente dagli Enti locali.

In particolare a Rimini andrà oltre 1 milione di euro, a Ravenna 460 mila euro, a Bolognaquasi 402 mila euro, a Ferrara più di 349 mila euro, a Forlì-Cesena oltre 288 mila euro, a Modena oltre 162 mila euro, a Parma 199 mila euro, a Reggio Emilia 130 mila euro e a Piacenza 93 mila euro.

Tra i progetti locali cofinanziati, ci sono la promozione di iniziative come la “Notte Rosa” e il “Festival internazionale del teatro in piazza” di Santarcangelo nel riminese; la “Visit Card Romagna” a Ravenna e Forlì-Cesena; la mostra itinerante sulle copie dei mosaici di Ravenna (che toccherà Praga e la Germania); l’iniziativa “Forlimpopoli Città artusiana” nel forlivese; nel bolognese il “Trekking urbano” e i progetti “Baccanale” a Imola e “Soul Valley” nell’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese. Nel modenese i progetti sostenuti riguardano in particolare il Cimone dolce e dinamico”, nell’estate, e l’”Appennino bianco”, per la stagione invernale.

In provincia di Reggio-Emilia è cofinanziato anche il sito turistico provinciale con sezioni tematiche dedicate ai territori e in quella di Ferrara un progetto promozionale unico per tutto il territorio coordinato dalla Provincia a sostegno dei Comuni. Infine, a Parma sarà tra gli altri sostenuto il progetto dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza “Look & Love Castelli del Ducato” e a Piacenza quello della Strada e dei sapori dei Colli piacentini”Viaggiare per terre e paesaggi del vino”.

In Emilia-Romagna sono 137 gli uffici di promozione turistica locale attivi in tutta la regione. Tra questi 58 sono Iat(Uffici di informazione e accoglienza turistica, alcuni dei quali con la possibilità di offrire servizi di prenotazione ai turisti) e 79 Uit (Uffici di informazione turistica).