Approvata in Assemblea Legislativa la legge regionale sulle Pro Loco “Norme per la promozione e il sostegno delle Pro Loco”, con i voti favorevoli di Pd, Sel, Ln, Fi, Fdi-An, Altra ER e l’astensione del M5s.

“Nella scorsa legislatura abbiamo cominciato a discutere questo provvedimento – commenta il consigliere Giuseppe Paruolo, primo firmatario e relatore di maggioranza della legge – che nel corso del tempo ha acquisito un largo consenso politico, travalicando i confini di maggioranza e opposizione”.

La norma definisce per la prima volta in modo chiaro cosa sono le Pro Loco. Agevola, inoltre, i Comuni nello stipulare convenzioni con esse e definisce, all’interno dello schema delle Associazioni di promozione sociale, un ambito ad hoc per le Pro Loco stesse, ribadendo la loro partecipazione ai bandi previsti dalla Legge regionale 34\2002. L’ultimo, fondamentale obiettivo del provvedimento è quello di coinvolgere i rappresentanti delle Pro Loco nella programmazione dell’offerta turistica regionale, collegandole così alla nuova Legge sul turismo che abbiamo appena approvato e che mette al centro del modello turistico regionale i territori.

“E’ un intervento legislativo – conclude Paruolo – che segna un nuovo punto di partenza nelle relazioni tra i principali soggetti istituzionali, imprenditoriali e di volontariato impegnati a vario titolo nella definizione e nella gestione dell’offerta turistica regionale”.

2016_0322_infografica_PROLOCO