Allegato 1 alla Delibera di G.R. n. 271 del 29/02/2016 “Interventi per l’inclusione socio lavorativa dei minori e dei giovani-adulti sottoposti a procedimento penale dall’Autorità Giudiziaria Minorile. Secondo Invito in attuazione del Piano di cui alla D.G.R. n.632/2015”
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 04/03/2016
Scadenza termini partecipazione 06/04/2016 12:00

Con la Delibera n. 632/2015, la Giunta Regionale ha approvato il Piano sperimentale 2015 “Interventi per l’inclusione socio lavorativa dei minori e dei giovani-adulti sottoposti a procedimento penale dall’Autorità Giudiziaria Minorile”.

Il Piano ha l’obiettivo di offrire ai minori e ai giovani (14-25 anni) imputati di reati in carico al Centro per la Giustizia Minorile dell’Emilia-Romagna l’opportunità di perseguire, attraverso la formazione, il pieno reinserimento nella società, con un ruolo attivo e produttivo.

Il Piano prevede una programmazione integrata di servizi – progettati in rete da servizi formativi e sociali, imprese profit e no profit e istituzioni – basata sull’integrazione delle risorse pubbliche.

Nell’ambito del Piano, possono essere finanziati interventi che aiutino i giovani a sviluppare progetti di reinserimento sociale fondati sul lavoro che, a partire dall’acquisizione di un profilo professionale spendibile, consentano loro di acquisire autonomia e rafforzarsi rispetto a possibili recidive.

Il presente avviso, finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo 2014/2020, dà attuazione al Piano per il conseguimento dell’obiettivo specifico della Programmazione FSE 2014-2020 “Incremento dell’occupabilità e della partecipazione al mercato del lavoro delle persone maggiormente vulnerabili”.

Obiettivi specifici

Rendere disponibili azioni orientative e formative, eventualmente accompagnate da servizi di supporto e di personalizzazione, che sostengano i giovani nell’acquisizione e nel recupero di abilità e competenze individuali che aumentino le loro opportunità di inserimento nel mondo del lavoro.

Destinatari

Minori e giovani-adulti (14-25 anni), sottoposti a procedimento penale dall’Autorità Giudiziaria Minorile ed in carico al Centro per la Giustizia Minorile dell’Emilia-Romagna – Istituto Penale Minorenni (IPM).

Azioni finanziabili

Le Operazioni dovranno essere finalizzate a sostenere i giovani presenti nell’Istituto Penale Minorenni di Bologna verso la transizione dai percorsi educativi al lavoro e, pertanto, accompagnarli in un processo di crescita e di cambiamento per affrontare l’obiettivo di un pieno inserimento sociale fondato sull’autonomia e sul lavoro.

Le Operazioni potranno ricomprendere progetti riconducibili a:

  • azioni di accompagnamento, attraverso interventi individuali e/o laboratoriali (fino a 4 ore);
  • percorsi di formazione modulari laboratoriali in piccoli gruppi (della durata compresa tra le 20 e 90 ore). È prevista la corresponsione dell’indennità di frequenza nei limiti di cui alla DGR n. 1298/2015.

Priorità

Sarà data priorità agli interventi con le seguenti caratteristiche: innovazione sociale; partenariato socio-economico; pari opportunità e interculturalità.

Soggetti ammessi alla presentazione delle Operazioni

Organismi accreditati per gli ambiti della “Formazione superiore” e delle “Attività rivolte ad utenze speciali”. Gli Organismi che candideranno Operazioni si impegnano, come previsto dal Piano sperimentale 2015, a partecipare ai tavoli tecnici che saranno costituiti e a restituire i risultati delle attività realizzate.

Risorse

85.000 euro – Fondo sociale europeo 2014/2020.

Modalità e termini per la presentazione delle Operazioni

Le Operazioni devono essere compilate attraverso la procedura applicativa web disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it e inviate per via telematica a partire dal 04/03/2016 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 06/04/2016.

Dopo l’invio telematico, la richiesta di finanziamento deve essere stampata, firmata e inviata alla Regione completa degli allegati e nelle modalità e nei termini previsti dal bando, pena la non ammissibilità.

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni e delle selezioni delle Operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti entro 90 giorni dalla data di scadenza del presente Invito.

Termine per l’avvio delle Operazioni

Le Operazioni dovranno essere attivate di norma entro 60 giorni dalla data di comunicazione dell’ammissione al finanziamento.


Il Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Francesca Bergamini, Responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Direzione Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa.

Per informazioni: progval@regione.emilia-romagna.it

Documentazione
Altra documentazione