SOGGETTI BENEFICIARI

  • PMI con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia in forma singola o aggregata;
  • I consorzi d’impresa con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia per iniziative rivolte alla realizzazione di un progetto di ricerca e sviluppo tecnologico svolti in collaborazione con Università ed Enti Pubblici di Ricerca Italiani, nonché con i Centri per l’Innovazione e con i Laboratori di Ricerca accreditati della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna (RETE).

OBIETTIVI DEL BANDO

Favorire i processi di ricerca e sviluppo delle imprese come leva di  competitività delle PMI reggiane

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO/AGEVOLAZIONI PREVISTE

Stanziamento: 500.000,00 euro

Gli interventi ammessi dovranno essere rivolti a:
–    Sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di elevata innovatività, con particolare riguardo a quelli incentrati sull’utilizzo di tecnologie d’avanguardia;
–    Introduzione di processi produttivi con caratteristiche innovative rispetto al processo produttivo esistente, con particolare riferimento ai “processi puliti”;
–    Introduzione di nuovi modelli organizzativi di gestione e di controllo, fortemente incentrati sull’utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) in grado di riorganizzare in termini innovativi attività produttive e di servizio;
–    Sostegno per la protezione brevettuale europea e/o internazionale di tecnologie, prodotti e modelli proprietari sviluppati dalle imprese

Spese ammissibili: Spese sostenute nel periodo compreso dal 01/02/2016 al 30/06/2017 direttamente imputabili ai progetti ammissibili relative a:
–    spese sostenute per contratti di collaborazione con l’Università, Enti di ricerca,  Laboratori della RETE (contratti con gli Enti per acquisizione competenze in materia di ricerca, innovazione, trasferimento tecnologico, servizi legati all’uso di laboratori);
–    acquisizione di attrezzature di laboratorio;
–    spese per acquisizione materiali di prova, di laboratorio, costi esterni di prototipazione;
–    spese per l’acquisizione di informazioni tramite la consultazione di banche dati;
–    spese relative alla brevettazione europea ed internazionale.

Non sono ammissibili in ogni caso:
–    spese non riconducibili all’elenco precedente;
–    spese di rappresentanza;
–    spese generali e di amministrazione o comunque qualsiasi spesa relativa al funzionamento ordinario;
–    spese regolate per contanti;
–    spese relative all’acquisizione e/o acquisto di beni in comodato, usati e/o tramite leasing finanziario;
–    investimenti oggetto di autofatturazione;
–    spese relative a beni/servizi  oggetto di “fatture d’acconto” con data antecedente al 01/02/2016;
–    spese effettuate e/o fatturate alle imprese beneficiarie dal legale rappresentante, e da qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari e dal coniuge o parenti entro il  3° grado dei soggetti richiamati, ad esclusione delle prestazioni lavorative rese da soci con contratto di lavoro dipendente e senza cariche sociali;
–    spese effettuate e/o fatturate alle imprese beneficiarie da società con rapporti di controllo o collegamento così come definiti ai sensi dell’art 2359 del codice civile o che abbiano in comune soci, amministratori, o procuratori con poteri di rappresentanza
–    spese oggetto di fatturazione incrociata fra le imprese componenti il raggruppamento, o da parte di soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza delle imprese facenti parte dello stesso.
–    Servizi di consulenza legati all’ordinario funzionamento dell’impresa

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO/SERVIZI OFFERTI

Contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 50% della spesa ammissibile ed effettivamente sostenuta fino ad un valore massimo  di contributo di  € 50.000,00.
Per le imprese femminili e/o giovanili la percentuale è del 60%.  L’agevolazione è erogata nell’ambito del regime de minimis (Reg. CE 1407/2013 e Reg. CE 1408/2013 per il settore della produzione di prodotti agricoli).
I contributi non sono cumulabili, per le stesse spese finanziabili con altri contributi pubblici di qualsiasi natura ricevuti sullo stesso titolo di spesa.
Saranno escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzino l’investimento in misura inferiore all’80% rispetto a quello ammesso a contributo.
Il valore minimo di ogni progetto non dovrà comunque essere inferiore a  Euro 15.000, 00.
Per ogni impresa è ammissibile la presentazione di una sola domanda.

Data di apertura:
Mercoledì, 1 Giugno 2016

Data chiusura 

Sabato, 30 Luglio 2016