La proposta, sottoscritta da Pd, Ln, Fi, Fdi-An, punta a a far coincidere l’ambito di intervento delle singole Pro loco con quello comunale o con quello dell’Unione di Comuni e prevede che le Pro loco si debbano iscrivere in un’apposita sezione del registro delle associazioni di promozione sociale (Aps) per accedere ai contributi regionali, gestire gli uffici di accoglienza turistica e stipulare convenzioni con le amministrazioni locali

La commissione Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità, ha espresso parere favorevole, in sede consultiva, al progetto di legge “Norme per la promozione e il sostegno delle Pro Loco” sottoscritto da numerosi consiglieri del Pd, tra cui il consigliere Roberto Poli