Marchetti e Poli (PD): “Nell’Imolese previsti 8 interventi per circa 3 milioni di euro”

Investimenti massicci in Emilia-Romagna per l’edilizia scolastica: firmato l’accordo tra Regione e Cassa Depositi e Prestiti che renderà disponibili 57 milioni di Fondi BEI (Banca Europea Investimenti) per interventi di edilizia scolastica nel triennio 2015-2017 cui contribuiranno anche privati ed enti locali con altri 23 milioni circa. A questi si aggiungono 21,4 milioni dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito del Programma “Scuole Innovative – La Buona Scuola”.

“La Regione, in più, mette sul piatto altri 20 milioni di euro per la messa in sicurezza e l’adeguamento normativo per le scuole, 6 milioni destinati al miglioramento sismico e 5 milioni del fondo per il recupero energetico degli edifici pubblici; questi stanziamenti sono previsti nella legge di bilancio 2016 che approveremo entro Natale. – spiega il Consigliere regionale PD Roberto Poli, relatore di maggioranza del provvedimento – In totale, quindi, parliamo di investimenti complessivi per 130 milioni di euro che finanzieranno 225 interventi in Emilia-Romagna e daranno nuova spinta al lavoro e allo sviluppo”.

“Intervenire sugli edifici scolastici e renderli più vivibili significa riconoscere appieno il diritto di alunni e studenti, così come dei docenti e del personale scolastico, a sentirsi sicuri: una società moderna ed equa si costruisce anche su queste basi. – aggiunge la Consigliera regionale PD Francesca Marchetti – Il mondo della scuola è fatto da migliaia di cittadini che trascorrono ogni giorno tante ore in quegli spazi che, con questi provvedimenti, potranno essere più sicuri, accoglienti e moderni per contribuire alla crescita e alla qualificazione dell’offerta formativa”.

I Consiglieri richiamano anche gli interventi del territorio: “Nell’Imolese – annunciano Poli e Marchetti – saranno finanziati otto interventi del valore complessivo di circa 2 milioni 950 mila euro”.

Specificamente gli interventi sono: adeguamento prevenzione e incendi per IIS “Scappi” di Castel San Pietro Terme (300.000), adeguamento sismico copertura e pareti esterne per la primaria “Pascoli” di Dozza (325.000), adeguamento sismico con efficientamento energetico e bonifica cemento amianto della primaria e secondaria di I grado “San Bartolomeo Apostolo” di Borgo Tossignano (486.520), adeguamento prevenzione incendi per la primaria “Sante Zennaro” di Imola (240.000), l’ampliamento dell’edificio della scuola d’infanzia “Papa Giovanni Paolo II” di Castel Guelfo (475.000), adeguamento prevenzione incendi con efficientamento energetico e rifunzionalizzazione spazi per la primaria di Bubano nel Comune di Mordano (500.000), rifunzionalizzazione ed ampliamento dell’edificio esistente della scuola d’infanzia di via VIII dicembre di Fontanelice (360.000) e infine efficientamento energetico e messa in sicurezza finalizzata alla prevenzione incendi della scuola d’infanzia e primaria “Pulicari” di Imola (260.000).

“Continua così, con queste azioni concrete a livello regionale, il lavoro per la realizzazione degli obiettivi di mandato che, con il PD e la maggioranza, portiamo avanti insieme al Presidente Bonaccini e alla sua Giunta” concludono i Consiglieri Poli e Marchetti.

ALLEGATO

Articolo Corriere: Imola edilizia scolastica